Film Festival di Cortometraggi! .....E si vola a Sky!!!







                                                video


Dal 15 al 18 novembre 2007 Rovereto ha ospitato la seconda edizione del Workshop Film Festival “3 minuti in 3 giorni” curato da Alessandra Ferraresi (Producer) e da Alessandra Pescetta (Regista, www.alessandrapescetta.com) per la sezione "Produzione video", da Jacopo Martinoni per la sezione "animazione" e da Massimo Talone per la sezione "Scrivere per immagini"e dedicato ai giovani dai 18 ai 30 anni.
Il tema di quest'anno è "bianco e nero".

La giuria, composta da Gabriella Belli (Direttore del Mart), Francesco Angeli (motion graphic designer), Shlomo Blanga (produttore cinematografico), Gea Casolaro (artista), Adele Gerardi (direttore RTTR), Massimo Fortuna (arte director JWT), Marco Malfi (produttore cinematografico), Mirko Pajé (direttore creativo MEDIASET), Roberto Pisoni (senior producer SKY CINEMA), Roberto Amoroso (direttore artistico Sky), Andreana Chanaz (autore per Rai Educational), Marco Giusti (critico cinematografico e autore televisivo), Alessandra Mammì (direttore responsabile cultura de L'Espresso) e Blas Roca Rey (attore) ha dato il primo premio come "MIGLIOR REALIZZAZIONE TECNICA" "per aver dimostrato buona capacità di gestioine di regia, fotografia e musiche" al cortometraggio "Aut-Out" ralizzato dal sottoscritto Jacopo Romani, Lorenza Maffei, Cesare Bazzanella, Claudo Caliari e Lorenzo Martinelli e che prevede la partecipazione alla produzione di un cortometraggio nell'ambito del programma "Sottocinque" di Sky Cinema.

Breve recensione:
Il corto "Aut-Out" vuole dare una chiave di lettura al tema "bianco e nero" oltre che come ambientazione, anche in chiave di scelte. La scacchiera e le scale sono state utilizzate come metafora della scelta e come percorso verso la scelta che nel corso della vita progrediscono verso una complessità maggiore. Chiari sono i riferimenti alle scale di Escher e all'opera Aut-aut di Kierkegaard il quale affronta le tematiche della scelta. Il corto è stato girato con videocamere mini dv.
SONO MOLTO GRADITI COMMENTI, CRITICHE, DOMANDE...ECC... DA INSERIRE NEI COMMENTI A QUESTO POST!  
                                               

3 commenti:

émi ha detto...

l'unica cosa che m'ha lasciato un po' perplesso è il finale che non è supportato dalla musica. è un po' piatto.
per il resto il lavoro mi piace molto, sebbene non sia nei miei canoni. m'è piaciuto molto soprattutto la parte iniziale col gioco di alti, rovesci, dritti, che un po' si rifà alla "relatività" di eschel.
e m'è piaciuta molto la scacchiera che scivola giù per i gradini come un liquido.
complimenti davvero! ciao!

Jacopo G. Romani ha detto...

Grazie per il commento! in effetti il finale senza musica è stato fatto appositamente per sottolineare la rassegnazione nel effettuare una scelta perchè come si può notare il tutto inizia con vitalità fino a che man a mano la scelta diventa sempre più difficile da fare se non impossibile. mi fa piacere che hai colto Eshel! ;D Ciao Emi!

Anonimo ha detto...

beh che questi siano canoni differenti era chiaro...

ciao ;)